Il gioco con il tuo cane

Perché è cosi importante giocare con il tuo cane, sia per lui che per te

Il neuroscienziato Jaak Panksepp nel suo Affective Neuroscience afferma come tutti i cuccioli siano biologicamente programmati per giocare.

Questo ci può far capire come la stessa Natura abbia fatto si che grazie al gioco i cuccioli possono “imparare la vita”, testare azioni e reazioni, provare e riprovare determinati comportamenti. Il tutto divertendosi, senza pericoli e imparando lezioni importanti che saranno utili per il resto della vita.

Tutto ciò è possibile vederlo chiaramente nei cuccioli umani. I nostri bambini imitano gli adulti, provano a seguire i comportamenti di noi grandi ma divertendosi e soprattutto imparando.

Il gioco non è un passatempo leggero e fanciullesco. Purtroppo quando si diventa adulti il temo per giocare è sempre meno, ma tutto ciò è sbagliato. Il gioco può modificare la vita sia dei più piccoli che degli adulti, sviluppando salute fisica e mentale, allenando emozioni positive e aumentando le capacità sociali.

Quando si gioca si “stacca la spina” dalla normale routine, dai pensieri che ovviamente ci affliggono quotidianamente, e si entra in una nuova dimensione fatta di positività e spensieratezza. E questo capita anche quando dedichiamo del tempo a giocare con il nostro cane.

Il gioco per il cane

Quando il nostro cane ci invita al gioco, facendolo sempre in modo inequivocabile, dovrei dargli decisamente più ascolto. Spesso presi dalla frenesia della ose da fare ci perdiamo momenti di inestimabile valore che potremmo passare con il nostro amico a 4 zampe, a questo punto di vista infinitamente più libero da vincoli e condizionamenti dettati dall’intorno. Lui sa che giocare è importante, e lo sa anche per noi.

Per il cane il gioco non è solo svago ma è territorio di prova, dove tutto è lecito, dove si può fare la “lotta” per un cibo che non c’è senza farsi male, dove ci si può rincorrere senza motivo. Nel gioco ogni momento è scoperta, fiducia nel prossimo, divertimento, assenza di paura e curiosità.

Giocare è per il cane anche spingere in là i propri limiti, alzare l’asticella delle proprie capacità. Comprendere fino a dove può spingersi fa sì che il cane migliori incredibilmente la propria autostima e di conseguenza la propria calma nella relazione con il mondo esterno.

Con il gioco la relazione con il cane migliora, aumenta l’empatia e la fiducia reciproca. Giocare è fidarsi dell’altro, è essere sicuri che qualunque cosa accada non ci si arrabbierà o non si litigherà facendosi del male. Il rapporto cane -proprietario, dopo ogni sessione di gioco, ne esce incredibilmente rafforzato.

3 semplici regole per giocare con il tuo cane

Una delle principali caratteristiche che deve avere il gioco con il tuo cane è, come ci insegna l’etologia, la mancanza di un fine preciso e immediato.

È questa caratteristica a rendere il gioco divertente e privo di pensieri e doveri. Il cane quando insegue qualcuno non è perché deve avvero catturarlo, così come quando si gioca a predare l’obiettivo non è davvero avere una vittima. Il gioco diventa quindi coinvolgimento totale, senza pensieri o pressioni, ma puro divertimento.

Affinché questo presupposto diventi realtà, il gioco deve seguire alcune “regole”:

  1. Coinvolgimento totale: tutti i giocatori immersi nell’esperienza devono essere coinvolti al 100% affinché il gioco sia inesperienza formativa e divertente. Quando lanciamo la pallina e intanto guardiamo il cellulare, non lo siamo. La partecipazione deve essere attiva e tutto seguirà un flusso perfetto e soddisfacente.
  2. Fisicità: il gioco è un momento di forte fisicità. Se giocando hai il fittone, il core che batte forte e magari qualche risata che non riesci a controllare, allora tutto sta funzionando nel modo migliore.
  3. Le regole le decide il cane: per una volta lasciati andare, non vuole essere tu a dettare le tue regole ma segui il cane. Sarà lui a dettare i tempi del gioco, a indicarti quale potrebbe essere il modo migliore per divertirsi insieme. Se, ad esempio, non ti riporta la pallina, non ti arrabbiare: evidentemente il gioco che occorre fare inquietante del momento è il contendersi la pallina, cosa che potrebbe essere molto più divertente per entrambi. Fidati del tuo cane!

Ti interesserebbe approfondire queso argomento?

Leggi il libro Un cuore felice. L’arte di giocare con il tuo cane di Angelo Vaira e Valeria Raimondi.

http://clkuk.tradedoubler.com/click?p(217249)a(3051435)g(20336894)url(https://www.ibs.it/cuore-felice-arte-di-giocare-libro-angelo-vaira-valeria-raimondi/e/9788820060794)

Please follow and like us:
error

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *